Interviste

La ricetta Mapei: competere innovando

Innovazione, investimenti e capitale umano, questa la ricetta Mapei che, nonostante la crisi del comparto, mantiene la sua traiettoria di crescita

Inutile negarlo, tra i settori che più stanno risentendo della crisi, sicuramente il comparto edile è quello che più soffre.

ANGELO GIANGIULIO0
Nonostante questa lunga apnea, Mapei è riuscita a mantenere un andamento positivo grazie a un mix di investimento in innovazione e in capitale umano altamente qualificato. Una ricetta per la crescita legata alla volontà dell’azienda di coprire al meglio i mercati internazionali e competere, progredendo nei processi e nei prodotti. Abbiamo incontrato Angelo Giangiulio, product manager della linea parquet di Mapei, che ci ha raccontato le novità Mapei e l’andamento di importanti iniziative di mercato.

Mapei, come ha evidenziato il presidente Squinzi nel suo ultimo editoriale del 2014 di Mondo Mapei (n.127) “mantiene una traiettoria di crescita nel mondo” con un aumento del fatturato consolidato del 4%. Uno degli elementi vincenti è l’in- novazione. Ci racconti le innovazioni Mapei per il 2015?
Angelo Giangiulio: Le innovazioni in Mapei sono tantissime, basti pensare che ci sono quindici linee di prodotti. Per quanto riguarda il settore parquet, certamente il prodotto innovativo 2015 è Ultrabond Eco S 968 1k, un adesivo a base di polimero sililato completamente esente da solventi e plastificanti il che vuol dire il prodotto che in assoluto salvaguardia la salute dell’operatore e con minor impatto ambientale.

Molte aspettative di cambiamento sono riposte nell’Expo 2015, evento globale e vetrina per l’Italia. In che modo Mapei ha contribuito all’evento (in termini di infrastrutture) e con quali eventi parteciperà a Expo 2015?
Angelo Giangiulio: Mapei ha contribuito con varie soluzioni e prodotti, dagli additivi per il calcestruzzo fino a speciali teli per le coperture. Anche nel settore dei pavimenti, compreso il parquet, stiamo dando un buon contributo. Mapei durante l’Expo 2015 non ha programmato iniziative speciali, ma sicuramente si svolgeranno molti eventi in cui Mapei ha contribuito tecnicamente nelle realizzazioni. Purtroppo non posso andare più nello specifico poiché non so se ci sono già le autorizzazioni per poter divulgare queste referenze.

Made Expo, immaginiamo che presenterete qualche novità, ci puoi anticipare qualcosa?
Angelo Giangiulio: Le grandi novità Mapei sono state presentate al Domotex, al Made Expo la presentazione sarà più a carattere Nazionale.

Arriviamo alle finiture: in una nostra chiacchierata di quasi un anno fa (Professional Parquet n.2 marzo/aprile 2014) ci avevi raccontato di come accanto al core business delle colle, la sfida era offrire una gamma completa al posatore affiancando quindi anche prodotti per finiture. A un anno di distanza qual è il bilancio?
Angelo Giangiulio: Posso dire che a un anno di distanza il bilancio è ottimo ed eccezionale. Questa è stata la gamma di prodotti, infatti, in cui abbiamo avuto la crescita maggiore con grande soddisfazione da parte dei clienti e credo che abbiamo veramente centrato le soluzioni e i prodotti che soddisfano le nuove esigenze del mercato sia Nazionale che internazionale. Inoltre il 2014 è stato l’anno in cui abbiamo lanciato la linea Ultracoat anche negli Stati Uniti d’America in occasione della N.W.F.A. che si è tenuta a Nashville Tennese ad aprile 2014.

Formazione continua: sempre un anno fa circa Mapei ha inaugurato la sua vocazione formativa, organizzando ricchi calendari di formazione per i posatori. Qual è stato il riscontro e quali sono i progetti per il 2015?
Angelo Giangiulio: Riteniamo che la formazione sia alla base di qualsiasi nuova strategia, lo dimostrano non solo le nuove iniziative ma anche il fatto che Mapei è impegnata nella formazione con rilascio di crediti formativi.

Chiudiamo con la cultura: da sempre Mapei èmecenate dello sport e sostenitore della cultura, non solo in Italia ma anche e soprattutto nel mondo. In che modo questo impegno dell’azienda, certamente controcorrente in un momento di crisi, vi viene ripagato? E in che modo, in Italia e all’estero, comunicate e comunicherete i tanti eventi che coinvolgono Mapei?
Angelo Giangiulio: Credo che ci vorrebbe qualche pagina per elencare tutte le iniziative di Mapei a sostegno della cultura. Ad ogni modo eventi, iniziative culturali e sportive sono puntualmente raccontate e segnalate su il sito Mapei ma soprattutto, in maniera ancora più dettagliata, su Realtà Mapei stampata in circa 150.000 copie, di cui 100.000 distribuite in Italia e il restante a livello Internazionale.

Nell’era della velocità del web Mapei crede quindi ancora nel valore della carta?
Angelo Giangiulio: Certamente, perché la carta stampata rimane a lungo a testimoniare un evento, un racconto o una referenza.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Dai anche uno sguardo a...

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker