AssociazioniNews

A tu per tu con il presidente Juergen Köppel

Il collega Doris Bauer della rivista “Möbelfertigung” ha Intervistato Juergen Köppel, il neo Presidente della Federazione Eumabois, European Federation of Woodworking Machinery Manufacturers. Riproponiamo con piacere alcuni dei temi affrontati nel corso dell’intervista.

möbelfertigung: Sig. Köppel, nel precedente mandato era Vicepresidente, ora ha assunto la massima carica in Eumabois. Che cosa l’ha spinta ad accettare il nuovo incarico nella federazione?

Jürgen Köppel: L’opportunità di rappresentare circa 850 aziende di tutto il mondo. Inoltre posso esercitare una certa influenza e portare avanti gli interessi delle aziende. Ad esempio, ci sono decisioni da prendere a Bruxelles. A livello politico c’è molto dibattito teorico. Un esempio è il tema della sostenibilità a livello di macchina: a volte vengono prese decisioni che sembrano buone, ma poi si rivelano molto difficile da implementare. In questi casi può essere sensato coinvolgere il maggior numero possibile di aziende e raccogliere le loro esigenze… Eumabois è perfetta per questo compito.
È sempre difficile per le aziende affrontare da sole problematiche specifiche. Come associazione abbiamo un approccio efficace a un numero elevato di aziende appartenenti a diverse associazioni nazionali europee. Non importa che si tratti di problemi politici che riguardano il nostro settore o della definizione di normative tecniche.

möbelfertigung: Qual è la missione di Eumabois?

Jürgen Köppel: Prima di diventare Vicepresidente, avevo l’idea che l’attività di Eumabois fosse focalizzata sul calendario fieristico internazionale e sulle manifestazioni specifiche che la federazione promuove per favorirne la crescita. In questo ambito uno dei miei obiettivi era massimizzare l’efficacia della nostra azione, per migliorare il modo in cui la federazione si presenta e ciò che rappresenta. Al di là delle fiere, che sono assolutamente importanti, Eumabois funge da megafono per i suoi associati in molti ambiti, dalle normative DIN alle leggi doganali.

möbelfertigung: Qual è il compito più importante della federazione, a suo avviso?

Jürgen Köppel: Sicuramente la consulenza per gli associati. Per questo faccio fatica a capire perché a volte le aziende più piccole dicano: “Questa associazione non fa per me.” È proprio quel tipo di aziende che spesso non ha le risorse per effettuare analisi e studi costosi, mentre la comunità di un’associazione è in grado di svolgere queste attività. Quando lavoravo nel Gruppo Homag, ad esempio, mi sono rivolto all’associazione tedesca VDMA per ottenere informazioni affidabili su mercati specifici. E persino per l’associazione era difficile rendere disponibili le risorse per raccogliere questi dati di mercato. Pensiamo a una piccola azienda che sta valutando la possibilità di produrre in Cina per essere più competitiva: dove può trovare dati di mercato specifici per il suo settore se non dall’associazione nazionale o da Eumabois?

möbelfertigung: C’è qualcosa che vorrebbe cambiare?

Jürgen Köppel: Abbiamo sempre nuove idee per migliorare le cose, partendo da basi molto solide. Ad esempio, un compito importante dell’associazione è raccogliere informazioni utili, come dati di import/export, fatturato e simili. Questi dati vengono prodotti dalle associazioni di ciascun paese e confluiscono in una piattaforma comune in Eumabois, in modo da avere un quadro chiaro e completo. Tuttavia, le categorie statistiche sono in parte obsolete, perché le macchine sono cambiate molto. In questo caso sarebbe utile aggiornare la classificazione. Naturalmente abbiamo individuato alcune attività chiave, formulate lo scorso novembre per portarle avanti insieme.
Un esempio è la consapevolezza e la conoscenza degli avvenimenti esterni. Mi piace fare un confronto con l’Unione Europea: perché è successa la “Brexit”? Perché si è parlato poco dei lati positivi della comunità europea, mentre gli aspetti negativi sono diventati via via più evidenti. In quest’ottica intendo portare avanti un’iniziativa di marketing più forte. Ad esempio dobbiamo pubblicizzare il fatto che una fiera abbia aumentato il prezzo di 10 Euro al metro quadro invece di 50 grazie a colloqui fruttuosi con Eumabois. È necessario promuovere la nostra azione positiva a un pubblico vasto.
Un altro tema in agenda è il Codice di Condotta. Alcune delle nostre associazioni hanno già introdotto regole di comportamento tempo fa, ma altre non l’hanno ancora fatto. Vogliamo definire centralmente i concetti chiave che dovranno poi essere adottati dalle nostre associazioni.

möbelfertigung: L’attività in ambito fieristico produce benefici aggiuntivi per la federazione?

Jürgen Köppel: Esistono fondamentalmente due vantaggi, entrambi per gli espositori. Da un lato, singole aziende delle associazioni nazionali possono partecipare all’interno di collettive, senza bisogno di organizzare la loro presenza in maniera completamente autonoma. Inoltre, le associazioni stesse non devono allestire un proprio stand, ma possono presentarsi con un impatto migliore sotto il tetto comune di Eumabois. Stiamo sviluppando e ampliando queste opzioni e crediamo che verranno apprezzate. Grazie a questa strategia, inoltre, ogni azienda avrà un punto di contatto “remoto” efficace presso la collettiva Eumabois. Le aziende più attive si riconoscono a vicenda e sono felici di poter scambiare idee e opinioni in mercati esteri.
In futuro vogliamo potenziare questo tipo di iniziative: a Ligna 2015 Eumabois ha promosso la creazione di un vero e proprio “mercato della federazione”, dove espositori e visitatori si potevano incontrare. Ora vogliamo applicare lo stesso concetto ad altre manifestazioni.

möbelfertigung: Quale parte del lavoro dell’associazione a livello europeo ritiene più importante?

Jürgen Köppel: Dobbiamo essere consapevoli del nostro ruolo nello scenario globale. Nel mondo non ci sono altre regioni in grado di definire standard comuni. Se pensiamo a una Grande Europa con una forte espansione a est, questo darà vita non solo a nuovi sviluppi, ma anche a standard e normative. E una federazione così agile produrrà benefici anche per le piccole imprese, perché ci sarà qualcuno che ascolta anche loro e non solo i grandi marchi. Dobbiamo avere questo concetto ben chiaro nella nostra mente. Con un approccio così lungimirante, il business migliorerà certamente.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker