News

Mediobanca: il mercato del legno-arredo vale 21,8 miliardi di euro

Secondo il Focus Aziende Legno-Arredo, il 2017 conferma le buone performance per l’export, ma è la domanda interna a trainare il comparto. Nord Est locomotiva del settore: suo il 43% delle imprese

In occasione della Milano Design Week, l’Ufficio Studi Mediobanca ha presentato la seconda edizione del Focus Aziende Legno-Arredo. La ricerca analizza l’andamento delle 330 imprese (52 commerciali e 278 produttive) che operano nella filiera del legno e dell’arredo e che hanno realizzato un fatturato pari almeno a 16€ mln nel 2017.

Il settore Legno-Arredo in Italia

Secondo i dati dello studio, nel 2017 le imprese operanti nella filiera del legno e dell’arredo hanno generato un fatturato aggregato pari a 21,8€ mld (+4,4% rispetto al 2016), di cui circa un terzo (9€ mld) proveniente da vendite realizzate all’estero. Sulla base degli ultimi dati di settore resi disponibili da FederlegnoArredo, il tasso di rappresentatività delle 330 aziende, nel 2017, risulta pari al 53% in termini di fatturato (su 41,5€ mld) e al 63% in termini di export (su 14,3€ mld).

Nello stesso anno, il fatturato delle sole aziende produttive ha toccato quota 16,5€ mld, segnando un progresso del 5% sul 2016. In questo caso il peso dell’export è pari a poco più della metà del giro d’affari complessivo (51,5%, 8,5€ mld).

Per quanto riguarda i comparti, a crescere maggiormente nel 2017 sono stati i produttori di mobilio per ufficio e spazi pubblici (+8,7% nelle vendite), seguiti dai produttori di cucine (+7%) e da quelli di legno e derivati (+6,8%). Meno dinamici, invece, i mercati dell’illuminazione (+0,9%) e delle poltrone e dei divani (+0,8%). Nonostante l’export rappresenti un’importante voce per tutti gli operatori, nel 2017 i maggiori incrementi di vendite sono stati realizzati sul mercato interno. Fa eccezione l’altro mobilio domestico diverso dalle cucine, comparto che ha nell’esportazione il suo punto forte.

Le 330 imprese occupano circa 82.000 dipendenti, in aumento del 6,5% rispetto al 2013. Dieci di queste danno lavoro al 30% circa (24.000 dipendenti) del numero complessivo di occupati. I principali incrementi si devono alle imprese commerciali (+16,8%), mentre, nell’ambito delle produttive, i settori più dinamici sono stati quelli dell’altro mobilio domestico (+15,6%) e degli uffici e spazi pubblici (+12%). In calo gli imbottiti (-4,7%) e l’illuminazione (-7%).

La geografia

Sono 330, di cui 52 commerciali e 278 produttive, le imprese del settore Legno-Arredo che nel 2017 hanno realizzato almeno 16€ mln di fatturato. Il Nord Est è l’area italiana maggiormente rappresentata (142 imprese, il 43% del totale), seguita dal Nord Ovest (108, 33%), dal Centro NEC (49, 15%) e dal Centro, Sud e Isole (31, 9%). Le 5 regioni che contano una cospicua presenza di aziende specializzate nel settore Legno-Arredo sono nell’ordine: Lombardia (98 aziende), Veneto (70), Friuli Venezia Giulia (33), Marche (30) ed Emilia-Romagna (27) che – insieme – rappresentano il 78% del totale delle imprese considerate (80% in termini di fatturato). Ben 174 imprese, inoltre, si trovano in aree distrettuali, a conferma dell’importanza delle reti imprenditoriali locali, che col loro modello basato sulla collaborazione e sulla competizione moltiplicano le capacità delle singole aziende.

Clicca qui per leggere la ricerca completa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker