La realizzazione

Relax in ALTA MURGIA

Dove? Nell’Antica Masseria di Altamura o al Calderoni Martini Resort. Due complessi recentemente restaurati, con una grande attenzione ai valori etici del territorio, del paesaggio e delle risorse

Lo splendido complesso Antica Masseria dell’Alta Murgia, ad Altamura, imponente con la sua bianca pietra, si erge nel cuore della murgia barese, con tutta la sua storia e con tutto il suo percorso.


È un bene sottratto alla criminalità organizzata, acquisito dall’ANBSC (Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata) e affidato – nel giugno 2001 – alla direzione di Gianfranco Vissani, che si è fatto portavoce della rinascita e rivalutazione d’un importante patrimonio eno-gastronomico come quello pugliese. L’impronta del maestro caratterizza tutta l’attività della struttura: dai rinnovati ed eleganti ristoranti alla raffinatissima hotellery, fino ai corsi di cucina e agli eventi di spettacolo e gusto.

La struttura è databile della seconda metà del XVII secolo, il complesso sorge a un centinaio di metri dall’antica via Appia (in loco denominata anche la “Tarantina”) e a un paio di chilometri dal centro abitato di Altamura, asse viario importante che partendo da Roma passava da Napoli per inerpicarsi verso la Basilicata.

Calderoni Martini Resort è situato invece nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, in uno scenario naturalistico di incontaminata bellezza. Il progetto del Resort prende vita da un’antica masseria costruita oltre cinquecento anni fa a opera delle prestigiose famiglie Calderoni e Martini. La dimora storica fu in seguito residenza esclusiva della nobile famiglia Santommasi e oggi conserva ancora elementi di pregio storico e artistico del VII secolo. L’attento lavoro di recupero iniziato nel 2007 ha portato la residenza al suo antico splendore. Un’architettura d’avanguardia ha completato il progetto, reinterpretando ogni elemento naturalistico e storico dell’ambiente nativo. Originali accostamenti di forme contemporanee e simmetrie classiche fanno da cornice ai singolari elementi d’arredo, frutto di un’accurata ricerca estetica.

Legno prezioso

In questi contesti di grande attenzione ai valori etici del territorio, del paesaggio e delle risorse, ma anche al design e alla ricerca stilistica, Listone Giordano – con il contributo del partner Gravina Parquet, che ha posato tutti i pavimenti – ha fornito una serie di pavimentazioni lignee pensate per esaltare la bellezza dei luoghi.
Protagonista è la collezione Réserve, in cui ogni finitura possiede una personalità propria, come questi luoghi di incontro tra tradizione e storia, dove il legno esalta la pietra tipica della zona e le pareti bianche calce. La piallatura manuale e le lavorazioni artigianali (che variano in base alle diverse colorazioni della superficie), sono il leitmotiv dell’orizzontale ligneo. Ogni pezzo è diverso dall’altro ed è proprio la sua irregolarità a rendere il pavimento un’opera unica. Come questi complessi architettonici.

Listone Giordano Reserve

Reserve rappresenta per l’azienda umbra il saper fare applicato alla naturalezza del legno, che dà vita a una collezione di pavimenti in cui ogni lista viene dapprima lavorata dalle mani di esperti artigiani, per poi essere finita con oli e pigmenti naturali che donano alle doghe diverse tonalità di colore.
Il prodotto si caratterizza per la lavorazione artigianale della superficie e per il trattamento del legno di rover e a olio naturale con pigmentazione di colore. Fa parte della natura del prodotto manifestare i segni del tempo con effetti di usura. Creazioni uniche pensate per dare la possibilità ad architetti, designer e progettisti di elaborare “prodotti sartoriali” dal taglio invecchiato, oliato, vissuto…

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker