Mercato

Salone del Mobile a settembre: segnali di fiducia dal Governo

“A breve avremo importanti novità sulla ripartenza delle fiere internazionali” sottolineano FederlegnoArredo e Salone del Mobile

Al termine di una fitta serie di incontri con Palazzo Chigi, Ministero degli Esteri, Ministero dell’Interno, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero della Salute e Ministero degli Affari Regionali, Salone del Mobile.Milano e FederlegnoArredo hanno registrato la volontà del Governo di supportare concretamente la ripartenza del Salone e di tutta la filiera del LegnoArredo già nel prossimo Consiglio dei Ministri.

Il Salone del Mobile di Milano è un patrimonio inestimabile per l’intero Paese e il Governo ha confermato di esserne pienamente consapevoleha spiegato Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile Siamo quindi fiduciosi che le rassicurazioni ricevute ieri possano al più presto trasformarsi in atti concreti. Ma soprattutto deve essere una scelta condivisa da parte delle aziende che devono confermare la propria partecipazione alla manifestazione dando al settore dell’arredamento, all’economia nazionale e alla società un impulso fondamentale per la ripresa”

Tagliare il nastro del Salone a settembre sarebbe il modo migliore per ripartire

“Le parole pronunciate la settimana scorsa dal presidente del consiglio Mario Draghi, sulla necessità di un piano di riapertura delle fiere e degli eventi hanno trovato conferma negli incontri avuti a Roma. Un segnale davvero importante da parte della politica spiega Claudio Feltrin, Presidente di FederlegnoArredo che ha colto in pieno l’urgenza di avere, oltre a una data certa, le dovute rassicurazioni per organizzare con i tempi necessari un evento così importante come il Salone del Mobile di Milano. Anche dopo l’ok del Governo alla presenza di pubblico per gli Europei di calcio conclude Feltrin cresce la convinzione che la ripartenza sia davvero a portata di mano e tagliare il nastro del Salone a settembre sarebbe il modo migliore per dire al mondo che l’Italia è tornata alla nuova normalità”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker