La normativaPosa

Parquet a tre strati, tra equilibrio e resistenza

Perchè la rivoluzione dei tre strati ha segnato una nuova era nel comparto dei pavimenti in legno.

Il legno è da secoli utilizzato per pavimentare le abitazioni, ma tale uso – per quanto tradizionale – non è immune da inconvenienti dovuti ai naturali movimenti che il legno ha per effetto dei cambiamenti dell’umidità ambientale. È noto che il legno naturale è anisotropo, ossia non ha struttura e comportamento omogeneo in ogni direzione e, per questa sua natura, presenta caratteristiche estetiche e di resistenze variabili a secondo dell’orientamento delle fibre.
Negli elementi a tre strati, grazie alla tecnica della compensazione delle tensioni, il legno ritrova la propria stabilità. Infatti, incollando tre strati a base legno disposti a fibre incrociate, si ottiene, da un semplice materiale naturale, un manufatto di alta tecnologia con sorprendenti prestazioni estetiche e strutturali. Il segreto dell’originale tecnica della stratificazione permette il bilanciamento delle tensioni delle fibre del legno, consentendo l’equilibrio dell’elemento. Questo perché lo strato superiore di legno massiccio nobile è reso stabile dall’inserto centrale costituito da un pannello a base legno (di sovente multistrato o listellare) e dal sottostante strato che funge da controbilanciante realizzato o con la medesima specie legnosa nobile dello strato di calpestio (ma di minore qualità) o con un pannello a base legno o con uno strato di legno segato. Una vera rivoluzione nel campo dei pavimenti di legno che permette, in virtù del sottostante supporto tecnologico (inserto centrale più controbilanciante), di ottenere elementi sia di medio, sia di grande formato, al tempo stesso flessibile e indeformabile, segnando una nuova era per il comparto delle pavimentazioni di legno.

Caratteristiche di posa: parola d’ordine semplicità

Gli elementi a tre strati si possono posare sia con la tecnica dell’incollaggio (se la lunghezza è inferiore di ,50 metri) che flottante e possiedono proprietà del tutto innovative perché, oltre a risolvere il problema della stabilità, grazie alla presenza di precisi incastri sui fianchi e teste, il vincolo solidale tra gli elementi è assicurato, facilitando la perfetta planarità del pavimento, che è fondamentale per gli elementi da posare con la tecnica flottante.
Grazie all’articolata struttura e la finitura spesso realizzata in azienda, il pavimento ligneo non richiede levigature e lo spessore dello strato di legno pregiato (di solito compreso tra 3,5-5 mm) è tutto interamente utilizzabile. Inoltre, i precisi incastri dell’inserto centrale assicurano l’indeformabilità della sezione e compensa perfettamente le inevitabili sollecitazioni cui è sottoposto lo strato superiore.
Tutto ciò si traduce in equilibrio e grande stabilità dell’elemento e quindi del parquet realizzato. Altra particolarità sono le incisioni che spesso si realizzano sulla controfaccia di bilanciatura che si appoggia al massetto.
Queste, soprattutto nel caso di parquet incollato, garantiscono la flessibilità dell’elemento stratificato perché permette di compensare le eventuali piccole irregolarità di planarità presenti sulla superficie del sottofondo.
Gli incastri consentono anche di realizzare fin dal primo istante una superficie monolitica e perfettamente planare, ossia un vero e proprio tappeto di legno già pronto all’utilizzo. Le ottime proprietà strutturali dello strato centrale e dello strato controbilanciante riducono al minimo le deformazioni indotte dalle variazioni del clima, accrescono la stabilità e incrementano la conservazione nel tempo della stabilità e planarità e, nell’arco della vita del parquet, gli interventi di levigatura saranno limitati ed eseguibili solo se si vogliono eliminare gli eventuali segni della naturale usura della superficie.

Parquet a tre strati: fedeli nel tempo

Alla luce di quanto detto, non è un azzardo affermare che un parquet realizzato con elementi a tre strati rimane funzionale anche dopo molti decenni. Oltre all’indeformabilità, grazie agli incastri realizzati con macchine a controllo numerico, tra gli aspetti positivi che caratterizzano questi tipi di elementi, si ricorda:

  • La comodità di avere elementi prefiniti che aumentano la praticità d’installazione, riducendo i tempi di posa, senza avere in cantiere polvere e cattivi odori dopo la posa in opera.
  • La possibilità di avere le bisellature sugli spigoli che permettono di incrementare l’effetto visivo del singolo elemento ligneo piuttosto che l’effetto biliardo.
  • Utilizzo sia di specie legnose nobili per incrementare l’estetica della superficie di calpestio e sia di pannelli o segati ottenuti da legnami duri e forti per garantire struttura e resistenza.

Non secondario è che i singoli componenti dell’elemento a tre strati si ottengono nel rispetto dell’ambiente e delle foreste perché si utilizza solo legname proveniente da foreste gestite in modo consapevole e con impiego razionale e corretto delle risorse forestali.
Da tutto ciò, s’intuisce che un parquet costituito da elementi stratificati con contro bilanciatura può essere ritenuto una delle soluzioni più funzionali e moderne per il rivestimento dei pavimenti sia di casa e sia di spazi commerciali, perché abbina la bellezza dello strato superiore di dure e pregiate specie legnose, alla resistenza e praticità dei due strati sottostanti che permettono una posa facile e veloce e che, al tempo stesso, rispetta i ritmi della natura, senza dimenticare che l’alta variabilità della finitura della superficie di calpestio con cera, olio o vernice all’acqua, non fa altro che incrementare le già insite e innate proprietà del legno naturale.

Carta d’Identità

Nome: pavimentazione in legno a tre strati.
Definizione: elemento a costruzione lamellare costituito da uno strato superiore di legno massiccio e da uno o più strati aggiuntivi in legno, o materiali a base legno, incollati insieme.
Posa: tecnica di incollaggio (per elementi di lunghezza inferiori a 1,5 m) e flottante.
Caratteristiche: indeformabilità, praticità di installazione, resistenza.

La rassegna fotografica inserita qui sotto, illustra le proposte che alcune aziende hanno fatto in relazione alla loro produzione dei parquet a tre strati.

{gallery}

Un più ampio elenco di aziende sempre produttrici di parquet a tre strati è possibile reperirlo nel nostro portale di professional Parquet, cliccandoqui

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Dai anche uno sguardo a...

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker