News

“Con Giorgio Squinzi se ne va un pezzo di storia imprenditoriale del nostro Paese”

Dal calcio alla politica, è lutto per la scomparsa dell’ex Presidente di Confindustria e patron Mapei

È morto martedì 2 ottobre 2019 Giorgio Squinzi, ex presidente di Confindustria, dal 2002 proprietario del Sassuolo Calcio e amministratore unico di Mapei, l’azienda fondata dal padre Rodolfo nel 1937. Squinzi aveva 76 anni e si trovava ricoverato all’ospedale San Raffaele, malato da tempo.

Nato nel 1943 a Cisano Bergamasco, dopo gli studi in Chimica Industriale Squinzi aveva iniziato a lavorare per la Mapei nel 1970, che nei decenni successivi sarebbe diventata una multinazionale presente in 81 paesi con 9 mila dipendenti. Consigliere superiore della Banca d’Italia, due volte presidente di Federchimica, dal 2012 al 2016 è stato Presidente di Confindustria.

Sotto la sua guida, il Sassuolo Calcio è passato dalla Serie C2 alla Serie A, ottenendo diversi risultati prestigiosi — come la qualificazione in Europa League nel 2016. Ma Squinzi era anche un grande appassionato di ciclismo, e l’azienda ha sponsorizzato per dieci anni la squadra professionistica Mapei-Quick Step. Tra i tanti riconoscimenti ricevuti nel corso della sua carriera anche l’Ambrogino d’oro, la benemerenza civica del Comune di Milano, conferitagli nel 1996.

Non solo un grande imprenditore, ma una uomo di grande levatura morale. Giorgio Squinzi se ne va a 76 anni, portando con sé un pezzo importante della storia imprenditoriale italiana: è in gran parte suo il merito di aver trasformato la Mapei, da piccola impresa familiare, al colosso che oggi tutti conosciamo. Ma se ne va anche un modo di fare impresa “all’antica”, capace di perseguire il successo senza mai mettere in secondo piano i valori. Tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo oggi ricordano di lui la serietà, il coraggio, l’umanità, il legame profondo con il territorio e con la sua città, Milano.

Così lo ricorda Gabriele Marrazzini, fondatore e direttore tecnico di Professional Parquet. 

Il Comune di Sassuolo ha annunciato una giornata di lutto cittadino in concomitanza con i funerali. In tanti, dal mondo imprenditoriale alla politica, stanno esprimendo in queste ore il proprio cordoglio, e la propria vicinanza alla mogie Adriana e ai figli Marco e Veronica, a cui si unisce anche la redazione.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Dai anche uno sguardo a...

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker