DesignLa ristrutturazione

Mini chic

Una mansarda nel cuore di Milano è stata ristrutturata con finiture di pregio per essere una piccola abitazione completa, funzionale e di lusso

Una telefonata interrompe una riunione di lavoro: una donna mi implora di mettere mano alla sua piccola abitazione. Tra emozione e grande determinazione, mi spiega con il cuore in mano il suo desiderio di cambiamento. Conosce i miei progetti e di conseguenza conosce me. Si fida ciecamente e promette di lasciarmi carta bianca, a eccezione di due must: un elegante parquet e la particolare quarzite di Lapponia per impreziosire il suo piccolo bagno. Accolgo con gioia questa nuova sfida, sia stilistica sia progettuale. Gli spazi sono veramente minimi, circa 25 metri quadri, in gran parte sacrificati in altezza dalla pendenza della doppia falda del tetto. La mansarda aveva bisogno di essere completamente rinnovata negli impianti, ma anche ripensata nello stile e nella luce. Dopo un’importante intervento abbiamo ottenuto una piccola miniabitazione completa e di lusso, dove colori chiari e impalpabili si alternano in una delicata gamma di grigi coordinati tra rivestimenti, arredi e accessori.

in dettaglio
1. Il parquet trionfa già dall’ingresso. Oltre al pavimento, impreziosisce
la parete che fa anche da testata
del letto.

2. L’armadio a specchio posto all’ingresso funge da guardaroba, riflette la parete in parquet, amplificandone l’effetto.

3. Uno dei valori aggiunti di questa abitazione: un parquet Made in Italy interamente fatto a mano, una maxi plancia in rovere con spazzolatura molto forte e trattamento a calce. Si notano
i segni della sgorbia e le bisellature artigianali, volutamente regolari.

Prima del nostro intervento le pareti non erano insonorizzate e le travi in cemento armato del soffitto rimanevano anonime. con il recupero le pareti sono state nuovamente reinventate con delle pannellature in cartongesso e piombo, per un maggiore isolamento acustico.

Abbiamo cartongessato anche la trave dell’ingresso per poter inserire un LED filo muro che desse immediata luce e disegnasse elegantemente la trave come elemento architettonico in maggior risalto.

Col buio della notte il soffitto
si illumina di un cielo stellato creato appositamente con la fibra ottica,
che si confonde con le naturali stelle visibili dalle finestre a tetto.

La zona living condivide l’ampio letto e la cucina. È il fulcro della casa ed è stato completamente riprogettato con romantiche Velux interamente telecomandate che permettono l’ingresso della luce dall’alto, scenografia naturale e preziosa per un ambiente sempre luminoso.

Il pavimento è stato insonorizzato con gli appositi materassini Mapei, che peraltro hanno permesso al posatore la posa direttamente incollata anziché flottante, come noi in questo caso preferivamo.

4. Il soffitto è stato interamente rivestito in cartongesso per una funzione coibentante e per poter inserire un magico effetto “cielo di stelle” in fibra ottica.

5. Una piccola e funzionale cucina si inserisce nell’armadiatura della casa, studiata al millimetro per poter seguire alla perfezione i muri perimetrali.

6. Il piccolo bagno di 3 metri quadri riproduce un bosco, grazie al prezioso rivestimento in quarzite di Lapponia. Piccoli sanitari sospesi Duravit e rubinetterie Dorn Bracht per una piccola spa domestica che non si lascia mancare niente.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai anche uno sguardo a...

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker