La realizzazione

Un nuovo Auditorium per L’Aquila

Una struttura dal forte contenuto innovativo, interamente costruita in legno e trattata con un ciclo di finitura naturale, studiato ad hoc da Carver

Inaugurato il 7 ottobre alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (con un concerto dell’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado e la presenza a sorpresa di Roberto Benigni)

, l’Auditorium del Parco de L’Aquila è la prima opera pubblica costruita nel centro storico distrutto dal terremoto. Si tratta di una struttura moderna, di grande impatto, con un forte gioco di forme e colori, costituita da tre cubi di legno di dimensioni differenti, dislocati uno accanto all’altro in modo irregolare. Una struttura funzionale e pensata con le leggi dell’acustica, ma anche bella a vedersi.

<br
Il complesso è stato progettato dal Renzo Piano Building Workshop in collaborazione con lo studio Atelier Traldi e costruito grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento. Da Trento, nei mesi successivi al sisma, sono arrivati in Abruzzo più di 2.700 volontari, “Per chiudere la nostra presenza qui ci sembrava bello lasciare un dono dal grande significato simbolico”, ha dichiarato Lorenzo Dellai, il presidente della Provincia Autonoma.


Un ciclo di finitura “naturale”

Importante anche la collaborazione di Carver, dal 1957 specializzata in prodotti per la posa e il trattamento del parquet. Dopo la prima collaborazione per la finitura della pavimentazione della fondazione Vedova a Venezia, l’azienda di Rodano ha fornito i propri prodotti per la realizzazione di un’altra importante struttura progettata da Renzo Piano.

La struttura, caratterizzata da un forte contenuto innovativo, è interamente costruita in legno, il celebre “abete rosso di risonanza” del Trentino, materiale che ha ottime qualità acustiche e antisismiche e che permette un elevato grado di prefabbricazione, consentendo una costruzione veloce e poco invasiva sul territorio.

Il ciclo di finitura messo a punto da Carver, oltre a soddisfare precise esigenze estetiche, è caratterizzato da una completa compatibilità ambientale e da elevati standard di resistenza agli agenti atmosferici. I prodotti utilizzati, infatti, sono stati formulati a partire da materie prime di origine naturale, i pigmenti sono atossici e gli essiccativi sono di nuova concezione, esenti da cobalto. Su incarico della Provincia di Trento, committente dell’opera, l’istituto Ivalsa di Trento ha completato una serie di test, i cui risultati comprovano l’eccellente resistenza dei prodotti Carver agli agenti atmosferici.
Carver Exterol 040, impregnante a base di oli naturali per la protezione e la colorazione del legno in esterni, è disponibile in 19 tinte, ma per l’Auditorium de l’Aquila sono state studiate colorazioni ad hoc, su indicazione dello studio Atelier Traldi, che ha seguito il progetto assieme all’ingegner Saverio Ghiringhelli di Carver. Insomma, l’Auditorium del Parco è frutto e sintesi di professionalità sicuramente molto differenti, ma tutte animate dalla comune volontà di restituire alla città de L’Aquila il suo centro storico e di farlo nel modo più “naturale” e meno invasivo possibile, rispettando la città e i cittadini.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker