La ristrutturazione

Profumo di pane

Lo storico panificio Luini di Milano cambia look e si veste di legno

Tutto ha inizio nel 1949, quando Giuseppina Luini, trasferitasi dalla Puglia con la sua famiglia, rileva a Milano il Forno di Via Santa Radegonda 16. L’intuizione di far conoscere i panzerotti, tipico prodotto pugliese, a Milano viene proprio da lei. Anche se nei primi anni l’attività si concentra principalmente sulla produzione di pane, Giuseppina pensa continuamente ai prodotti tradizionali della sua terra… Un giorno, trascrivendo le ricette tramandate da suo nonno, trova quella dei panzerotti. Il gioco è fatto.
Inizialmente se ne friggono pochi: i milanesi non conoscono ancora il gusto di questo prodotto che però, nel giro di pochi anni, viene consacrato alimento principe del loro pasto.
Luini con gli anni diventa un punto di incontro per giovani e meno giovani, l’appuntamento del doposcuola o del dopo lavoro. E ancor oggi, ragazzi che venivano a mangiare i panzerotti durante la scuola, ci ritornano portando i loro figli: la tradizione così si trasmette alle nuove generazioni. La ristrutturazione del negozio – con la riprogettazione degli spazi interni e la riqualificazione del negozio – è recente.
L’architetto artefice del progetto si chiama Claudia Castelli, il partner per le finiture è Itlas, che ha fornito i suoi Legni del Doge per il rivestimento delle pareti.
Le affascinanti doghe a due strati nella finitura Rovere Funky si trasformano in boiserie, una parete in legno rivisitata: seducente, eccentrica… e profumata.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai anche uno sguardo a...

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker